Fra tutte le rivoluzioni scientifiche, filosofiche… che hanno segnato il secolo scorso e l'inizio del nuovo ci fu quella creata dalle scoperte della fisica moderna detta “quantistica". Oggi oltre 100 anni dopo la sua comparsa sempre più individui che provengono dal mondo della scienza, della neurobiologia, della medicina, della spiritualità… si interessano alla visione “della realtà" e “dell'umano"…

Queste scoperte cambiano la nostra visione del mondo e ci danno l'opportunità di mettere in opera applicazioni per la nostra vita, il nostro benessere, il nostro sviluppo e la nostra realizzazione su tutti i piani della nostra vita. Come tutte le grandi scoperte, portano con esse delle applicazioni nuove. Nel caso “delle costellazioni sistemiche® quantistiche", abbiamo fatto una sintesi delle costellazioni systémiques® (familiari, organizzative, psicosomatici…) e della terapia quantistica “quantum Attitudine®". Questo approccio è derivato dai lavori di Richard Bartlett, Greg Braden, il dott. Frank J Kinslow, Deepak Chopra, Vadim Zeland, R e B Dutheil, Ray Dodd…

Durante le costellazioni sistemiche® lavoriamo attraverso "i campi energetici" dei sistemi (familiari, biologici, professionali…) installati dal constellante rispetto al suo obiettivo. I rappresentanti prendono conoscenza dell'obiettivo con il conduttore poi sono messi nello spazio a convenienza del richiedente. Miracolo! I rappresentanti hanno emozioni, pensieri, e comportamenti che il constellante può riconoscere come la realtà del suo sistema messo in scena, come pure le dinamicche nevrotiche. I lavori sui campi energetici, morfogenetici e la visione quantistica ci danno numerose risposte riguardo a questi "miracoli". I campi contengono informazioni, memorie alle quale abbiamo accesso quando le nostre intenzioni sono fondate sull'amore, la pace e la benevolenza. In realtà le costellazioni ci danno accesso a informazioni che, fino ad ora, non erano sfruttabili su un piano terapeutico poiché troppo spesso nascoste e non sentite come "vere" dal constellante.

Questa forma d'approccio benché misconosciuta e considerata come poco "ortodossa" si rivela efficace e potente a condizione di accettare di cambiare la propria visione. Ogni costellante essendo dissociato e osservatore per conservare il suo libero arbitro durante la sua costellazione.

Nella "costellazione sistemica quantistica", si giustappongono una costellazione "tradizionale" secondo l'obiettivo del constellante come descritta qui sopra, e una cura secondo il metodo "Quantum Attitudine®". Questo strumento permette al constellante di fare un lavoro su se stesso mentre si svolge sotto i suoi occhi la sua costellazione; così egli può trasformare i propri blocchi, le sue credenze, le sue memorie, le sue ferite… e trovare le risorse di cui ha bisogno per liberarsi e liberare il sistema di cui fa parte per il bene di tutti.
In questo sistema rientriamo direttamente nel concetto di "risonanza quantistica" e così costellanti e rappresentanti forniscono e ricevono le informazioni di cui hanno bisogno per comprendere, sentire e cambiare la visione della "loro realtà".

Questo lavoro è un lavoro sulle dinamiche emozionali, le credenze, i condizionamenti familiari, sociali, culturali… che si sono installati sin dalla nostra concezione e durante le tappe della nostra crescita. Una pacificazione da anima ad anima tra i membri del sistema messo in scena permette all'amore di circolare.
Le "costellazioni sistemiche® quantistiche" aprono la nostra coscienza verso un mondo più umano, più affettuoso, più rispettoso e più giusto.

Se "il mondo" nel quale vivete non vi soddisfa, vi basta orientare la vostra coscienza, cambiare la vostra visione e le vostre credenze perché il vostro "universo" cambi poiché "il mondo" è soltanto il riflesso del nostro "universo" interiore. La chiave che abbiamo tutti in noi proviene da due capacità: la volontà e il sentire. La "costellazione sistemica quantistica" vi porterà comprensione e sentimenti, per il resto ciò vi appartiene!

- Le date dei corsi in programma sono pubblicate sulla pagina Agenda. -